Dice di sé

 Il mio Dripping, inizialmente “classico” si è evoluto prima nel genere definito “Liquidismo”, cioè quadri con colori sgocciolati come nel Dripping ma mescolati grazie all’inclinazione della tela, poi in un genere decisamente “materico” in cui i colori, applicati senza economia, creano un effetto di rilievo evidente.

Nelle mie opere informali spesso s’intravedono forme che prendono vita grazie all´immaginazione di chi guarda. Altre forme, anziché dipinte, sono create unendo i telai (Forme Creative).

L’Action-Painting scompare rimanendo però Dripping quando esprimo concetti, lancio messaggi in opere premeditate. Spesso è presente una didascalia – parte integrante dell´opera – che mi permette di spiegare al meglio il mio pensiero.

Un´altra evoluzione del mio Dripping è schizzare il colore sulla tela (invece di sgocciolarlo) creando quelle che io chiamo “pagliuzze”, cioè piccoli tratti colorati che sembrano essere stati fatti con un pennello. Questa variazione del Dripping la chiamo Sketching. Utilizzo molto spesso questa tecnica, con la quale ho realizzato, per esempio, tutto il mio ampio tema dedicato al Macrocosmo.

Viviamo in un mondo complesso e caotico e sono convinto che le cose accadano per caso. Le opportunità però vanno sapute creare, al fine di incanalare il nostro futuro nella direzione voluta. Questo concetto tento di trasferirlo nella mia pittura, in cui il caos, dove sembrano regnare i colori, è solo apparente perché esiste, osservando bene, una logica, che io chiamo “Il Caos Apparente”.

E’ importante che ognuno agisca, che ognuno faccia del suo meglio, in ogni campo. La mia teoria del “fare” esprime la necessità di non augurarsi che le cose piovano dal cielo ma la volontà di esprimere se stessi, nel migliore dei modi, facendo, producendo le opere che sentiamo dentro di noi, senza aspettare improbabili commissioni di mecenati, senza rincorrere il successo prima di realizzare i propri sogni.

Il vero successo è realizzare al meglio quello che uno si è prefisso di fare.

Creare e portare a termine un’opera d’Arte di qualunque forma d’Arte essa sia, rappresenta, per un artista, il vero successo. –